Arrestato per corruzione Franco Landella, il sindaco dimissionario di Foggia


BARI – È agli arresti domiciliari il sindaco dimissionario di Foggia, il leghista Franco Landella, raggiunto questa mattina da una ordinanza emessa dal gip del Tribunale di Foggia assieme ad altre quattro persone, rende noto Dire.it. Tutti sono considerati responsabili a vario titolo di corruzione e tentata concussione. Il provvedimento si inserisce nell’ambito dell’inchiesta condotta dagli agenti della polizia di Foggia e dagli uomini del Servizio centrale operativo e coordinata dalla procura di Foggia. Per Daniela Di Donna, moglie di Landella, è scattata una misura interdittiva dai pubblici uffici. Di Donna lavora per il Comune di Foggia e nei giorni scorsi ha ottenuto un trasferimento di ufficio lasciando l’ufficio di Gabinetto.

Coinvolti nell’inchiesta ci sono anche l’ex presidente del Consiglio comunale, Leonardo Iaccarino (agli arresti domiciliari dal 30 aprile scorso per i reati di corruzione, tentata induzione indebita e peculato) e un imprenditore edile. L’accusa di tentata concussione contestata a Landella coinvolgerebbe un imprenditore del settore dell’illuminazione pubblica.

I dettagli dell’operazione saranno forniti nel corso di una conferenza stampa che si terrà in questura a Foggia in mattinata.

22 visualizzazioni