Cosenza, ragazza di 24 anni muore dopo il vaccino, altre due donne in rianimazione in Calabria

Ennesimo dramma in Calabria. Alessia Reda, di Mendicino, è deceduta all’ospedale di Cosenza per una embolia polmonare. A meta maggio la ragazza aveva ricevuto il siero di Moderna.

Una ragazza di 24 anni, Alessia Reda, originaria di Mendicino, è morta ieri l’altro all’Annunziata di Cosenza a causa di una embolia polmonare. Secondo quanto riporta il Quotidiano del sud, alla giovane verso la metà del mese di maggio le era stato somministrato il vaccino anti-covid del colosso farmaceutico “Moderna”. L’Azienda Ospedaliera di Cosenza ha avviato una serie di accertamenti per verificare l’accaduto. Non è ancora chiaro se i magistrati della Procura di Cosenza apriranno una inchiesta per approfondire i contorni di un decesso avvenuto in circostanze tutte da chiarire. Stando a quanto si apprende, la giovane godeva di “buona salute” ma dopo qualche giorno dalla vaccinazione ha iniziato a sentirsi male, purtroppo fino al decesso.

Intanto, restano sempre in gravissime condizioni le due donne di Caccuri e Verzino, centri del crotonese, finite in rianimazione negli ospedali di Crotone e Cosenza dopo aver accusato malori in seguito alla vaccinazione antivirus. Foto: Alessia Reda (fb)