Obbligo vaccino: "Nessun ostacolo giuridico". Prima o poi ce lo imporranno tramite legge


Vogliono vaccinare tutti: anziani, adulti, giovani, adolescenti, bambini e donne gravide. Si continua a pigiare questo tasto, come se il Covid-19 fosse l'unica insidia per l'umanità. Ci stanno provando in tutti i modi, col terrore, con i pass, con limitazioni di spostamento. Temo che prima o poi modificheranno anche la Costituzione, in modo che chi non vorrà fare da cavia per un farmaco genico sperimentale, denominato vaccino, diventerà addirittura un fuori legge. "Bisogna capire se è un'iniziativa opportuna", spiega Laura Palazzani, vicepresidente del Comitato nazionale. "Non ci sono ostacoli giuridici per l'obbligo vaccinale, è possibile da un punto di vista giuridico, bisogna capire se è un'iniziativa opportuna". Lo ha affermato Laura Palazzani, vicepresidente del Comitato nazionale di bioetica, ospite di '24 Mattino' su Radio24, si legge su AdnKronos.

"Uscire dalla pandemia è un obiettivo comune, quindi sarebbe importante sapere quante persone mancano per raggiungere l'immunità di greggia, questo numero non lo conosciamo ad oggi - ha aggiunto Palazzani - Per noi, come consiglio al governo, non ci deve essere obbligo di vaccino, ma non va escluso. Noi puntavamo sull'adesione volontaria e su una campagna di comunicazione che non c'è stata".

161 visualizzazioni