Stati Uniti: 223 persone sono morte con il COVID-19 dopo essere state vaccinate


Oltre 1.100 persone negli Stati Uniti sono state ricoverate in ospedale con COVID-19 dopo essere state vaccinate contro il virus che lo causa, e più di 220 sono morte, secondo i nuovi dati di una delle principali agenzie sanitarie statunitensi, lo riporta Epoch Times.

Il numero di ricoveri tra i vaccinati arriva a 1.136 e il numero di decessi è di 223 al 10 maggio, secondo i Centers for Disease Control and Prevention (CDC).

Le statistiche pubblicate dal CDC sono un insieme di rapporti provenienti da 46 stati e territori degli Stati Uniti. I numeri potrebbero anche essere sottostimati perché "la sorveglianza nazionale si basa su segnalazioni passive e volontarie, e i dati potrebbero non essere completi o rappresentativi", secondo il CDC.

Le metriche si riferiscono a casi, ricoveri o decessi tra persone che hanno visto passare due o più settimane da quando hanno ricevuto l'ultima dose di un vaccino COVID-19: il vaccino Johnson & Johnson a iniezione singola o ila seconda inoculazione di Moderna o Pfizer.

Tra le persone morte dopo essere state vaccinate, 42 erano asintomatiche o non correlate al COVID-19, secondo il CDC, 342 dei ricoverati erano asintomatici o non correlati a COVID-19.

“Molti ospedali stanno sottoponendo a screening le persone per COVID quando entrano, quindi non tutti quei 223 casi che avevano COVID sono effettivamente morti di COVID. Potrebbero aver avuto una malattia lieve, ma sono morti, ad esempio, di un attacco di cuore", ha detto il direttore del CDC Dr. Rochelle Walensky su "State of the Union” della CNN il 16 maggio. Il quale ha aggiunto che “i funzionari sanitari stanno cercando di capire come si sia verificata un'epidemia di COVID-19 tra i New York Yankees, che erano per lo più vaccinati”.

Secondo il consueto programma di conteggio, le persone che non sono state vaccinate ma che muoiono per attacchi di cuore o altre cause mentre risultano positive al virus sono in genere elencate come morte COVID-19.

Gli studi clinici hanno dimostrato che il vaccino Pfizer è efficace al 95% nel prevenire l'infezione da Covid-19; il Moderna al 94%; Johnson & Johnson al 66,9%. Articolo estratto dal post di Epoch Times