U.S.A.: 124 fra generali e ammiragli in congedo lanciano l’allarme marxismo


Minacce alle libertà costituzionali

Gli alti ufficiali in congedo dell’associazione “Flag Officers 4 America”, elencano una serie di minacce alle libertà costituzionali: le irregolarità elettorali, lo strapotere degli ordini esecutivi del presidente, i lockdown, e la censura sulla libertà di espressione.

E denunciano anche la cooperazione con il Partito Comunista Cinese, che rappresenta la più grave minaccia esterna per l’America.

La collaborazione, infatti, incoraggia il regime nella sua avanzata, mirata a dominare il mondo militarmente, economicamente, politicamente e tecnologicamente.

Elencano poi una serie di problemi di sicurezza nazionale, tra cui le frontiere aperte, l’accordo nucleare iraniano, l’indipendenza energetica e la politicizzazione delle forze armate.

Nella lettera aperta scrivono: ‘con l’attuale amministrazione, il nostro Paese ha fatto una brusca svolta a sinistra, verso il socialismo, e una forma di governo tirannico marxista.

L’appello è agli americani, affinché sostengano i politici che lottano contro il socialismo, il marxismo e il progressismo, in difesa della Repubblica costituzionale.

“Dobbiamo sostenere e premiare i politici che lottano contro il socialismo, il marxismo e il progressismo, in difesa della nostra Repubblica costituzionale”.

20 visualizzazioni